Atm: mozione bocciata, Pd e centrodestra complici della svendita del patrimonio pubblico

“Oggi la Giunta Sala e tutte le opposizioni di centrodestra hanno definitivamente gettato la maschera.
Abbiamo portato in Consiglio una mozione per chiedere di tutelare ATM in quanto patrimonio di tutti i milanesi, per assicurarci che rimanga pubblica, che non possa essere facilmente scalata da FS o da altre aziende di diritto privato.
Lo abbiamo fatto, tra l’altro, perché tale ipotesi è stata accreditata da varie fonti giornalistiche e pare tutt’altro che incompatibile con l’operato di Sala, Tasca e Granelli.
Ovviamente abbiamo trovato conferma delle nostre maggiori paure: la maggioranza ha bocciato la mozione, le opposizioni di centrodestra sono uscite dall’aula – talmente pavide da non avere il coraggio di esprimere la loro complicità con Sala e PD. Solo i consiglieri Rizzo e Bossi hanno compreso – votando favorevolmente insieme a M5S – l’importanza di tutelare i cittadini e il loro patrimonio, non gli interessi dei soliti noti e gli stravaganti piani del governo, cittadino e nazionale, a guida PD.
La verità è semplice: PD, Lega, Forza Italia e le loro finte liste “civiche” operano solo con una finalità, ovvero quella di finire l’opera di smantellamento dello Stato portata innanzi, insieme, da decenni. Credono che gli italiani siano stupidi, credono di poter continuare a prendere tutti per i fondelli. Ma io sono certo: il 4 Marzo gli italiani daranno l’unica risposta che merita chi, con il malgoverno di decenni, ha prodotto quasi 10 milioni di poveri e ora mira a ultimare l’opera cedendo qual poco di pubblico che è rimasto ai loro amici speculatori. Sinistra e destra esistono solo in campagna elettorale, poi si trasformano in buoni amici per banchettare insieme!”, commenta il capogruppo M5S in Comune Gianluca Corrado, dopo la bocciatura della mozione per l’affidamento in house di Atm.