Vaccini: “Assurdo vietare ingresso ai bambini, male di Milano è inquinamento non le epidemie!”

Primo giorno di scuola e bambini mandati a casa perché non vaccinati.
Troviamo assurdo che in base alla normativa vigente non siano stati ammessi questi bambini. Siamo sempre più convinti che sarebbe stato necessario lasciare più tempo e informare adeguatamente i genitori, senza imporre in tempi così stretti vaccinazioni obbligatorie che nessun stato europeo ha imposto.
Come ho ricordato anche in Consiglio Comunale, la principale causa di morti, anche premature, in Lombardia e a Milano è l’inquinamento atmosferico, non certo le millantate epidemie che ad oggi esistono solo nella testa di chi ha scritto e poi messo in atto questo assurdo decreto.
E, per contro, questa amministrazione non ha preso provvedimenti adeguati a contrastare questa situazione. Al contrario: ha portato avanti delibere e provvedimenti che non hanno fatto altro che aumentare la cementificazione selvaggia a scapito del verde pubblico. Ma il male da debellare sono le epidemie di varicella e pertosse. Ovvio, secondo questi grandi statisti, nel nome dell’interesse collettivo, si possono di certo imporre farmaci ad un minore in barba ad ogni diritto costituzionale, anche afferente la libertà di scelta dei genitori, ma mai e poi mai toccare i milionari interessi sottesi alla speculazione edilizia della quale il PD è ormai il primo fan.
Gianluca Corrado