M5S Milano: Modello Milano fallimentare, politica smetta di fare spettacolo e assicuri rispetto dei diritti di tutti

“L’aggressione avvenuta ieri sera in Centrale non fa che mettere in luce – in maniera netta – le problematiche e le criticità della questione integrazione, prima ancora che dell’accoglienza. Come si può pensare di accogliere migliaia di migranti se ancora non si è riusciti a integrare chi in Italia è nato vent’anni fa da genitori stranieri?

Crediamo che sia necessario, oltre che auspicabile, iniziare a trattare la questione con atti programmatici e duraturi, che consentano ai migranti di sentirsi parte attiva della società – avviando anche un supporto psciologico mirato – e li dissuadano da azioni illegali che caratterizzano ormai troppi quartieri della nostra città, prima tra tutte la Stazione Centrale.

Al di là delle possibili strumentalizzazioni che può assumere la marcia di domani, crediamo che, vista la situazione attuale, non si possa che considerarla una manifestazione ideologica e priva di contenuti reali.

Non è serio promuovere politiche tese a estendere la già ampia disponibilità dell’Italia ad aiutare chi si trova in difficoltà, senza prima aver attuato sul territorio politiche di governo del fenomeno che assicurino la tutela dei diritti dei residenti e dei migranti, oltre che interventi che velocizzino le procedure di identificazione. Il modello Milano sotto questo fondamentale aspetto si è rivelato purtroppo fallimentare. Quando la politica smetterà di fare spettacolo e inizierà a lavorare per assicurare il rispetto dei diritti di tutti, quando si inizierà a lavorare per un’integrazione vera e non solo di facciata, allora saremo ben lieti di partecipare a eventi di questo genere”, così la capogruppo M5S Patrizia Bedori.