Scelta Giana gravissimo errore, PD si assume immane responsabilità nei confronti dei milanesi

“La nomina di Arrigo Giana quale DG di ATM – definita non solo tecnica ma fiduciaria dal Sindaco Sala – rappresenta una precisa volontà di tornare al passato. Il Partito Democratico, appoggiando la scelta di un manager fuoriuscito da ATM a seguito di una transazione il cui operato è stato sanzionato da ANAC, si assume una responsabilità immane nei confronti dei milanesi.
Per noi è stato commesso un gravissimo errore. Oggi più che mai ATM va tutelata con forza. Ci auguriamo di trovare sul punto ampia convergenza non solo da parte di tutte le opposizioni, ma anche di quelle forze politiche esterne al PD che appoggiano l’amministrazione Sala. Non ci si può definire ‘civici’ se non si lotta per tutelare gli interessi dei cittadini rispetto a quelli della partitocrazia”. Così Gianluca Corrado commenta la nomina del nuovo dg di Atm.