Campus a Rho: scelta scellerata, così muore un quartiere

“Non siamo assolutamente d’accordo con il trasferimento delle facoltà scientifiche della Statale all’area Expo. La decisione di procedere è stata presa dal governo per riempire l’assenza di progettualità nell’area Expo”, così Patrizia Bedori dopo la presentazione del progetto da parte del rettore Vago.

“Non solo moriranno le pmi del quartiere ma lo spostamento andrà a impattare negativamente sulla qualità della vita dei residenti e del mix sociale indispensabile alla vivibilità”, – prosegue Bedori -.”Si regalano terreni pubblici in città ai privati per andare a costruire su terreni privati funzioni pubbliche. Una follia decisa da una manciata di persone senza ascoltare studenti e cittadini, giustamente infuriati. La Boston Consulting, affidataria dell’incarico, non sembra indicare elementi nuovi e tanto meno uno studio di fattibilità, ma una semplice comparazione con altri atenei. La zona è costellata da aree dismesse ed edifici abbandonati, le cui dimensioni sarebbero compatibili con le esigenze della facoltà senza smantellare niente. Bisogna rivitalizzare le periferie non svuotarle, togliendo presidi importanti. Lo scenario sarà devastante per gli abitanti, per chi lavora e per gli studenti che hanno, giustamente, fortemente criticato il progetto”, conclude Bedori.