Smog, Comune e Regione non si assumono responsabilità

“I consiglieri comunali di Lega e Forza Italia dovrebbero andare a far visita a Maroni e alla sua giunta con le mascherine, così magari attirerebbero l’attenzione della maggioranza di centrodestra che governa la Lombardia su un problema che attanaglia l’intera regione. Un problema che, continuiamo a ripeterlo e lo fanno anche tutte le Associazioni ambientali, è diventato ormai strutturale e i provvedimenti emergenziali non sono la soluzione”, così Patrizia Bedori, M5S, commenta la protesta dei consiglieri Comazzi, Sardone, Di Pasquale e Molteni in commissione a Palazzo Marino.

“Sia il Comune che la Regione non stanno facendo nulla di concreto ed efficace per migliorare la qualità dell’aria. Il Movimento 5 Stelle lo ha già ribadito a tutti i livelli istituzionali: servono azioni condivise, non solo a Milano ma in Lombardia e in tutte le regioni della pianura padana, area tra le più inquinate al mondo. Invece il Comune aspetta che siano le piogge a fare il miracolo e la Regione non si prende la responsabilità di rendere obbligatori i provvedimenti, aspettando che siano i singoli comuni ad attuarli in maniera volontaria. Come si può pensare di risolvere in maniera radicale un problema che riguarda la salute dei cittadini se manca la volontà politica di trovare una soluzione condivisa?”, conclude Bedori.